La pagina si sta caricando...
4pediatriapa Seguici su Facebook / 8 settembre Giornata mondiale della fisioterapia --- 15 settembre Giornata mondiale della consapevolezza sul linfoma -- 21 settembre Giornata mondiale dell’Alzheimer -- 28 settembre Giornata mondiale contro la Rabbia -- 29 settembre Giornata mondiale del cuore / 15 settembre 2017 -Giornata mondiale per la consapevolezza sul linfoma - / 21 settembre 2017 -Giornata Mondiale Alzheimer.- / 28 settembre 2017 - Giornata mondiale del sordo -
Visualizzazione post con etichetta INFERMIERISTICA PREGHIERE. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta INFERMIERISTICA PREGHIERE. Mostra tutti i post

24/08/11

UN ANGELO E VOLATO IN CIELO

In questi giorni nell'U.O. dove io lavoravo fino a pochi mesi fa. dopo lunghi mesi di degenza
                               "UN ANGELO E VOLATO IN CIELO"
non trovo parole da esternare. ti dedico questa Preghiera

A Te, o Signore, umilmente affidiamo questo bambino, così prezioso ai tuoi occhi. Prendete lui  tra le tue braccia e dargli il benvenuto  in paradiso, dove non ci sarà dolore, non pianto né dolore, ma la pienezza di pace e di gioia con tuo Figlio e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.
ciao piccolo SEI  nel CUORE di tutti noi operatori

11/01/11

PREGHIERA DELL'INFERMIERE

     PREGHIERA DELL'INFERMIERE

O gesù buon Samaritano, che ti sei chinato sulla folla dei sofferenti, che hai guarito ogni sorta di infermità,

fa' che io abbia la mano dolce, l'anima forte, il cuore compassionevole e l'intenzione soprannaturale.

Dopo aver medicato i corpi,

insegnami a tenere nella dovuta stima le anime, a risvegliare in esse le speranze eterne.

Aiutami a nobilitare la mia professione con la freschezza della fede. Fa' che nei malati io veda Te

e le tue membra doloranti, sempre miri al tuo compiacimento. Che io alleggerisca il loro peso,

come il Cireneo alleggerì il tuo. Quando giunge il momento supremo, fa', o Dio Salvatore,

che io sia per i moribondi quello che fu la Veronica per Te lungo la via del calvario;

e che, compiendo sino all'ultimo il mio dovere, io imiti presso la spoglia mortale

l'esempio di quelle sante donne che raccolsero il Tuo corpo esanime e lo composero nel sepolcro.

O Dio di Risurrezione e di Vita, fammi uno con Te affinché io sia strumento per ridonare

la speranza e la gioia della vera vita. Amen

10/01/11

La Preghiera del Sorriso

ho ricevuto una E-mail da una amica che è rimasta molto contenta per i post delle preghiere.
certo questo blog che si occupa di infermieristica a 360 gradi non e proprio idoneo, ma un attimo di Riflessione e di raccoglimento non quasta. come suggerito dalla mia amica continuerò, anche su questa strada vedi post qui
la mia amica mi ha inviato una preghera scritta da lei che pubblico volentieri:

La Preghiera del Sorriso

A Te Maria SS Mediatrice,
Donna Gloriosa e Dolce Madre,
che fai brillare la “Luce delle Stelle” negli Occhi,
e splendere la “Gioia del Sole” nel Cuore
di chi ti Ama…

Dona a me la Grazia di “Curare il Sorriso
dei Cuccioli di Uomo che soffrono in Terra e
degli Angeli che volano in Cielo accanto a Te…

Lascia che il più tenero Sorriso a Te dedicato,
sia una piccola Goccia
che permetta alla Tristezza
di disperdersi nel
Mare della Vita

il tuo piccolo dottore
V. Z.



07/01/11

Preghiera di un ammalato

       Preghiera di un ammalato

Mio Signore e mio Dio,
Padre e madre di chi spera in
te,
sto vivendo la dura
esperienza della sofferenza,
sono adagiato su questo letto
di dolore
dinanzi a una sofferenza che non sempre comprendo.
Dove sei mio Dio in questo momento?
Perché mi sento abbandonato?
Solo con il mio dolore?
Ma poi volgo lo sguardo a quel crocifisso appeso alla
mia camera
E penso che tu stia soffrendo con me
Vivi la mia angoscia, partecipi al mio dolore
Piangi e soffri con me.
Fammi essere forte,
coraggioso per ogni terapia e intervento
e nella sofferenza di ogni giorno
fammi ritrovare il calore della tua presenza
e la dolcezza della tua carità.
Benedici chi mi assiste:
infermieri, medici e ogni operatore sanitario…
siano loro gli angeli della consolazione,
per vivere in pienezza la grandezza del Tuo Amore
e cantare sempre le meraviglie che compi in me,
grazie, mio Dio, ogni attimo della mia vita è dono tuo.
Amen.

30/12/10

PREGHIERA DEL MEDICO


Preghiera del medico.
Signore Dio, Padre e Madre di chi spera in te,
sono qui sul posto del mio lavoro e tra poco
mi incontrerò con il volto sofferente di tanti miei fratelli,
rendi il mio cuore attento al grido di ogni piccolo dolore,
rendi il mio linguaggio comprensibile,
i miei occhi ricchi della tua luce
perchè sappia illuminare e consigliare,
donami  forza per saper confortare
con la certezza della scienza
e con la grandezza della fede,
donami uno spirito di comunione
per saper collaborare
con quanti mi hai posto accanto...
rendimi strumento della tua compassione,
perchè davanti a ogni ammalato sia
come il Buon Samaritano
capace di versare sempre
l’olio della consolazione e il vino della speranza.
Donami una fede forte
dinanzi all’impotenza che provo nella morte,
fa di me uno strumento autentico della tua tenerezza
per comprendere ora e sempre che tutto è dono Tuo
e del Tuo amore,
te lo chiedo per Cristo nostro medico e amico
che vive e regna nei secoli dei secoli.
Amen


16/12/10

Preghiera dell'infermiere

      Preghiera dell'infermiere
O Signore Dio, Padre e Madre di chi spera in te,
in punta di piedi sono entrato in questa cappella ed ho rotto il Tuo silenzio per affidare a Te la mia missione di infermiere.
Il mio è un compito di grande responsabilità e per questo Ti ringrazio! Ogni giorno il dono prezioso della vita passa per le mie mani, perché io lo custodisca e me ne prenda cura in ragione delle mie capacità, confidando nella Tua carezza e nel Tuo conforto, quando la sfida diventa cosa troppo ardua.
Fra le Tue mani voglio deporre ognuna di quelle vite che mi sono affidate, ogni mio paziente, perché il Tuo conforto tenga uniti me e loro in un solo unico abbraccio.
Lascia che sia il Tuo sorriso a riempire le mie giornate, a fare così di me immagine lieta della Tua grazia e della Tua bontà!

Fa che sia la forza della Tua compassione a guidare le mie mani tutte quelle volte in cui l’impotenza davanti alla malattia rischia di bloccare le mie azioni; ogni volta che ho bisogno di sentire tutta la tenerezza di un Padre per prendermi cura delle piaghe di un figlio, del dolore di un fratello; per ciascuna di quelle circostanze in cui sarebbe cosa più facile abbandonarsi alle lacrime o voltare le spalle! Lascia che il mio cuore senta ogni giorno più forte la ricchezza dell’unico e vero amore...il Tuo!
Concedimi quel vigore speciale che viene dalla mitezza e dalla serenità, perché con umiltà e pazienza, sia sempre pronto a rispondere ad ogni campanello che squilla... con solerzia, disponibilità e volto lieto! Rendi celere ogni mia azione, anche nelle più piccole mansioni,  anche di fronte ad un paziente ansioso e petulante. Lascia che io possa comprendere la difficoltà e la paura di chi si affida alle mie mani, perché non dell’ansia o della petulanza io mi sappia preoccupare ma del disagio e della fragilità di una persona da cui spesso queste provengono!
Fa di me il più docile strumento della tua tenerezza per chi, anziano, debole, povero e solo, incrocia i miei passi lungo la corsia.
Fa che io sia un valido collaboratore per ognuno dei miei colleghi!
Lascia che i miei occhi sappiano scorgere, con gioia, i lineamenti del volto di Cristo sofferente in ogni ammalato che viene affidato alle mie cure!
Lascia che le mie braccia si confondano con le Tue ogni volta che il dolore di chi soffre ha bisogno di trovare sul Tuo petto un porto sicuro, un luogo di dolcezza nel quale rifugiarsi anche soltanto per piangere o per affidare al silenzio la tenerezza di una preghiera.
Anche nelle giornate più confuse, lascia che ognuno dei miei pazienti possa scorgere in me l’immagine di una mano tesa: sarà la Tua mano che guiderà la mia a farsi consolazione per tutti coloro che si sentono abbandonati.
Allo stesso modo Ti prego di rendermi capace di trovare sempre in Te la forza per essere dolce e comprensivo verso tutti i parenti ansiosi e preoccupati per i loro cari!
Le mie parole siano cariche, per ognuno, della Tua bontà e della Tua grazia!
Fa di me valido strumento della Tua empatia, perché io non sia capace solo di “sentire”, ma soprattutto di “ascoltare” tutti con attenzione e premura.
Voglio essere un infermiere che sappia farsi samaritano per tutti quelli
che incontra nel suo reparto!
Per questo vorrei possedere soltanto due armi: la luce del Tuo sorriso e la forza della Tua costante, silenziosa e discreta presenza al mio fianco.
E mi affido a Maria, donna di compassione e di amore!
Che Lei mi prenda per mano nel mio servizio
e mi conduca nel sentiero della sofferenza con la gioia infinita nel cuore
Amen